il progetto

 

Un progetto di turismo di prossimità finanziato da Regione Lombardia

L.E.N.T.O. – l’esperienza necessaria al turista che osserva

Il cammino da monastero di San Benedetto Polirone al Santuario delle Grazie rallenta per l’emergenza e diventa un’opportunità unica per goderci il nostro territorio, soprattutto d’estate.

Otto tappe da fare da soli o con qualche compagno di viaggio. Un’esperienza a passo tranquillo tra due luoghi di arte, fede e storia del territorio mantovano, con tutto il tempo necessario a godere di ogni momento del percorso. LENTO nasce da una progettazione complessa e stimolante che si è sviluppata attorno alla cultura materiale e immateriale di un’area della provincia mantovana, per mesi oggetto d’osservazione dei partner, che hanno contribuito ognuno con la propria spiccata sensibilità. La ricchezza del progetto sta nel fatto che il territorio è stato letto da diverse angolazioni, completando la narrazione come fosse un dipinto multiforme: dalla tradizione popolare tramandata oralmente ai luoghi storici e monumentali, dall’enogastronomia con la sua forza identitaria alla fede dei pellegrini, dalla biodiversità della pianura lungo il grande fiume all’arte di chi in ogni epoca è stato ispirato da questi luoghi.

Il percorso, disegnato in 8 tappe ad anello, da San Benedetto Po al borgo di Grazie di Curtatone – entrambi inseriti nel circuito dei Borghi più Belli dItalia – non è solo un’esperienza alternativa di riscoperta del nostro patrimonio storico, artistico e naturalistico, ma risponde anche al bisogno di riappropriarci delle bellezze spesso poco note del nostro territorio. Una risposta perfettamente adeguata al momento che viviamo e all’estate che ci attende, tra viaggi disdetti e difficoltosi spostamenti. Quest’anno LENTO prosegue come proposta turistica di visita lenta, consapevole, dolce e sostenibile, diventando una risposta per ripartire in questo nuovo tempo che viviamo.

Percorribile a piedi o in bicicletta, l’itinerario può prevedere anche per alcune tappe la navigazione fluviale, per promuovere turismo attivo e mobilità dolce. Per ogni tratta sono evidenziati luoghi notevoli, curiosità e punti di ristoro, osservati e descritti dai partner che hanno percorso ogni tratta.

La regia del progetto è di Pantacon in veste di capofila e mette in campo l’esperienza consolidata di diversi partner, che hanno unito osservazione del territorio e competenze: Charta, Zero Beat, Alkémica e Teatro Magro per la selezione di luoghi e storie d’interesse e memoria del territorio, Alce Nero e Mantova Bike Experience, per logistica e accoglienza e Studioventisei e la Società Cooperativa Aedo di Milano per la comunicazione e lo storytelling, oltre naturalmente alla collaborazione dei comuni di San Benedetto Po e Curtatone.

LENTO, lesperienza necessaria al turista che osserva”, si adatta alla cautela imposta dall’epidemia di Covid19 e diventa un’ottima opportunità per vivere il turismo di prossimità.